Mathieu van der Poel campione del mondo di ciclocross, ora punterà all’Olimpiade in MTB?

Condividi sui social!

Ci si aspettava un gran duello tra Mathieu van der Poel e Wout Van Aert oggi ai campionati del mondo di ciclocross. E sul circuito di Ostenda (Belgio), i due non hanno deluso le aspettative.

Fin dalla partenza il belga e l’olandese hanno lasciato la compagnia degli altri atleti, staccati di 15 secondi già al termine del primo giro.

Mathieu van der Poel e Wout Van Aert (Credits: Canyon on Instagram)

Nella seconda tornata ecco il primo colpo di scena, Van der Poel, che aveva ceduto qualche metro a Van Aert su un tratto di sabbia, mette la ruota anteriore dentro un solco nel fango e cade. Il belga ne approfitta e chiude il giro con una quindicina di secondi di vantaggio.

Ma passano pochi minuti e l’olandese riesce a riportarsi su Van Aert, ricomponendo la coppia al comando. Staccati, ed ormai fuori dai giochi per le prime due posizioni, tutti gli altri, con Toon Aerts e Thomas Pidcock a contendersi il gradino più basso del podio.

Mathieu van der Poel (Credits: UCI Cycling on Instragram)

Al terzo giro un altro colpo di scena: Van Aert fora (fortunatamente a poca distanza dai box, dove cambierà la bici) e Van der Poel guadagna una decina di secondi sul rivale. È l’episodio che decide la gara. Il belga recupererà qualche secondo nei giri successivi, ma non riuscirà a completare la rimonta, cedendo poi nel finale. Mathieu van der Poel, sembrato comunque superiore a Van Aert indipendentemente dalla foratura, chiude il campionato del mondo con 37 secondi di vantaggio sull’atleta di casa. Terzo posto per un altro belga, Toon Aerts, e quarto per il britannico Pidcock. Si tratta del quarto titolo mondiale ciclocross Elite per Van der Poel, mentre Van Aert resta fermo a tre.

Gli italiani: Gioele Bertolini 18esimo, Jakob Dorigoni 19esimo, Cristian Cominelli 28esimo, Nicolas Samparisi 38esimo e Antonio Folcarelli 39esimo.

Van Aert e Van der Poel continueranno ora i loro duelli nella stagione su strada, dove entreranno in scena anche gli altri protagonisti che attualmente sono in ritiro. Mathieu, che puntava fortemente alla gara di Cross-Country in MTB alle Olimpiadi di Tokyo 2020, negli ultimi mesi ha messo qualche dubbio sulla partecipazione dopo il rinvio dei giochi al 2021, visto che quest’anno correrà anche al Tour de France. Il campione olandese ha affermato di non usare la mountain bike da parecchio tempo, e che la preparazione di una gara così importante non è da sottovalutare. Noi speriamo di vederlo competere anche con i migliori della MTB! Intanto, vi riproproniamo il momento dell’incontro tra noi e Mathieu avvenuto al termine della prova di coppa del mondo di Cross-Country a Lenzerheide nel 2019, vinta proprio dall’olandese davanti al campione di casa Nino Schurter.


close

PEDALA CON NOI!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere contenuti ed offerte esclusive!!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento